angelo bianchi web site

Marco Lodoli

Anche il marmo un giorno diventerà polvere, anche il bronzo e l’acciaio, anche il titanio e l’oro e il concetto nudo e crudo: tutto è segnato dalla propria natura caduca, tutto appare per scomparire, presto o tardi. E allora perché dubitare della carta, perché considerarla troppo tenera, troppo pronta ad accartocciarsi nel Nulla? Angelo Bianchi ha scelto il materiale che il tempo sfoglia e scarabocchia, ha scelto fin dall’inizio di non opporre resistenza alle mani lievi e adunche delle ore che passano.

­C’è della gentilezza in questo mondo che non pretende di restare troppo a lungo, c’è la grazia di chi arriva, posa la sua barchetta sulle onde e la guarda andare via, malinconicamente, orgogliosamente.

Blu...

Carta e pastello (2008)

cm 70x100

Homehome.htmlhome.htmlshapeimage_1_link_0
Opereopere.htmlopere.htmlshapeimage_2_link_0
Note Biografichebiografia.htmlbiografia.htmlshapeimage_3_link_0

Scritti

Vittoria Biasibiasi.htmlbiasi.htmlshapeimage_4_link_0
Mauro Carreracarrera.htmlcarrera.htmlshapeimage_5_link_0
Paolo Guzziguzzi.htmlguzzi.htmlshapeimage_6_link_0
Marco Lodolishapeimage_7_link_0
Maurizio Marinimarini.htmlshapeimage_8_link_0
Alejandro Burgosshapeimage_9_link_0
Allestimenti sceniciallestimenti.htmlallestimenti.htmlshapeimage_10_link_0
Momentimomenti.htmlmomenti.htmlshapeimage_11_link_0
Contatticontatti.htmlcontatti.htmlshapeimage_12_link_0
Videovideo.html